L'assicuratore risponde
(Camperlife Dicembre 2013)

(Scarica l'articolo in formato PDF)

SE MI TAMPONA UN FANTASMA

Pare che i viaggiatori che non pagano l’assicurazione siano in aumento. A questo proposito, un lettore chiede: in caso di sinistro con un veicolo sprovvisto di tagliando(o con un tagliando contraffatto), che cosa succede?

«Si sente sempre più spesso parlare di gente che viaggia senza aver pagato l’assicurazione: in caso di incidente con uno di questi veicoli, come ci si deve comportare? E, soprattutto, chi paga?» (Renato - Saluzzo)

Gentile lettore, come anche Lei segnala, purtroppo sempre più spesso viene richiamata la nostra attenzione su questo fenomeno, che definirei non solo di incresciosa gestione ma anche di pura inciviltà.

Nel momento in cui ci troviamo coinvolti in un incidente, sicuramente l’ultima cosa che vorremmo scoprire è che il veicolo di controparte è sprovvisto di assicurazione obbligatoria (RCA). Spesso accade che questa “sorpresa” non si evidenzi immediatamente, sul luogo dell’incidente, ma successivamente, durante la gestione del sinistro (come nel caso della contraffazione del contrassegno di assicurazione).

Chi ci tutela in questi casi è il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada (abbreviato in FGVS), istituito in attuazione della Convenzione di Strasburgo del 1959 e regolato dal Nuovo Codice delle Assicurazioni Private (D.Lgs 209/2005). Vi sono delle regole che ne stabiliscono sia le modalità di attivazione che di risarcimento.

Ad esempio, uno dei primi elementi è distinguere se vi è identificazione del veicolo responsabile (il veicolo di controparte / responsabile del danno si è fermato e siamo in possesso della targa oppure no). Successivamente sulla base degli elementi coinvolti (solo danni ai veicoli o anche danni/lesioni a persone) si attivano le relative procedure.

A oggi chi gestisce il Fondo di Garanzia per le Vittime della Strada è la CONSAP. Accedendo al sito relativo, nell’area dedicata al Fondo in questione (vedi link http://www.consap.it/fondi-e-attivita/mondo-assicurativo/fondo-di-garanzia-per-le-vittime-della-strada), possiamo trovare tutte le indicazioni sulle tipologie di sinistro garantite, massimali operanti - che generalmente coincidono con quelli minimi in vigore almomento del sinistro - e procedure sulla richiesta / liquidazione dei danni. Il FGVS opera su tutto il territorio Nazionale attraverso delle Compagnie Assicuratrici (le cosiddette “Imprese designate“), incaricate tramite provvedimento dell’IVASS.

Come indicato sulla normativa, l’istruttoria e la liquidazione spettano all’“Impresa designata”, individuata sulla base del luogo di accadimento del sinistro (elenco disponibile on line http://www.consap.it/fondi-e-attivita/mondo-assicurativo/fondo-di-garanzia-per-le-vittime-della-strada/elenchi-imprese). La richiesta di risarcimento andrà pertanto inviata alla sede Legale dell’Impresa designata competente e alla CONSAP. Da tenere presente che, nella maggior parte dei casi, al risarcimento per i danni materiali al veicolo è applicata una franchigia di euro 500,00.

Eleonora Toninelli