L'assicuratore risponde
(Camperlife
   Luglio-Agosto 2013)

(Scarica l'articolo in formato PDF)

Mai più senza...

... una garanzia di assistenza per il veicolo, soprattutto per chi va in vacanza all''estero: anche qui le modalità e i dettagli del soccorso sono molto diversi, da polizza a polizza, ma l’importante è averla, per viaggiare più tranquilli.

“Se si resta in panne all’estero, o in italia sulla strada delle vacanze, si è sempre coperti? E che cosa, esattamente, copre la nostra polizza?” (Patrizia, Camogli, Genova)

Gentile lettrice, lo scorso mese abbiamo parlato dell’importanza di avere una “garanzia Assistenza” (possibilmente sia per l’autoveicolo che per i passeggeri). La Sua domanda riprende in parte quanto già indicato in precedenza, anche se dobbiamo fare delle specifiche importanti. Ricordo che per quanto riguarda l’assistenza al veicolo, questa, in genere, viene fornita solo se il veicolo non è marciante autonomamente. Ma le garanzie offerte variano notevolmente se la richiesta di intervento viene effettuata per l’Italia o per l’Estero.

Infatti si parla, nella maggior parte dei casi, di “soccorso al veicolo (traino) fino al più vicino punto di assistenza della Casa Costruttrice o entro un chilometraggio indicato sul contratto o all’ autofficina più vicina in grado di riparare il guasto”. Questa garanzia è sempre attiva sia in Italia che all’estero, facendo attenzione alle eventuali limitazioni di prestazione (le più frequenti: importo/massimale rimborsabile, età del veicolo, massime richieste di assistenza annue).

Le condizioni cambiano se la richiesta di soccorso avviene nel momento in cui ci troviamo all’estero perché, oltre a quanto sopradetto, si attivano una serie di rimborsi (tra i più importanti si possono evidenziare: spese di soggiorno, rientro passeggeri, auto in sostituzione, spedizione pezzi di ricambio, ecc... attivabili secondo le condizioni indicate sul contratto), molto apprezzati nel momento del bisogno. Tra le varie offerte presenti sul mercato, da non sottovalutare, oltre al traino, chi concede anche la prestazione di rimpatrio del veicolo per immobilizzo all’estero, oltre al recupero del veicolo riparato.

A far da padrona rimane comunque l’attività di assistenza delle Centrali Operative di emergenza che, con le aperture dei propri uffici (tramite call-center) 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno, ci danno la possibilità di avere sempre un punto di riferimento in caso di necessità. La modalità per la richiesta di assistenza è indicata su ogni condizione contrattuale, dove viene anche consigliato di non prendere iniziative senza aver prima interpellato la Centrale Operativa, che interverrà direttamente o autorizzerà espressamente la prestazione: una precauzione da prendere nell’interesse dello stesso assicurato, che in più evita che questo si trovi ad affrontare spese non riconosciute dalla propria polizza assistenza. Mi raccomando: mai partire senza!

Eleonora Toninelli