L'assicuratore risponde
(Camperlife Settembre 2015)

(Scarica l'articolo in formato PDF)

Ottobre, l'alba di una nuova era

Dopo la dematerializzazione dell'attestato di rischio, tra qualche mese diventerà elettronico anche il contrassegno. Ovvero il “tagliandino” cartaceo che tutti noi esponiamo sul parabrezza. A oggi siamo in attesa di indicazioni ufficiali

Sullo scorso numero di CamperLife Viaggiare Facile il nostro assicuratore ha approfondito il tema della dematerializzazione dell'attestato di rischio. In un'ottica di semplificazione delle procedure, il documento cartaceo è stato infatti sostituito dalla sua versione digitale. In un secondo momento, a questa dematerializzazione seguirà quella del contrassegno assicurativo. Che a oggi ha però poche conferme e certezze, in attesa di ulteriori indicazioni dalle nostre Istituzioni.

Come indicato nel numero di luglio-agosto di CamperLife Viaggiare Facile, la dematerializzazione dell'attestato di rischio è stata resa operativa il 1° luglio 2015. Ora siamo in attesa del 18 ottobre, data prevista per l'entrata in vigore della dematerializzazione del contrassegno assicurativo. Questo comporterà che non si dovrà più esporre il cartaceo sul parabrezza. Come avvenuto per la dematerializzazione dell'attestato di rischio, seppur l'argomento è di pubblico dominio ormai da tempo, siamo in attesa di istruzioni definitive.

Il principio è quello già evidenziato anche per la dematerializzazione dell'attestato di rischio: dopo oltre un anno e mezzo di impegno per la creazione di banche dati e per l'adeguamento telematico e informatico, troverà realizzazione buona parte del “progetto delle semplificazioni” di cui abbiamo già parlato. Sicuramente abbiamo di fronte un passaggio epocale: dalla carta ci evolviamo verso l'uso di sistemi informatici.

Che, se da un lato ci renderanno al passo con i tempi, dall'altro ci spingono a cercare di dimenticare procedure e documenti che da oltre 40 anni accompagnano la polizza di Responsabilità Civile (cosiddetta RCA) dei nostri veicoli. Pertanto ci ritroveremo a pagare come sempre l'importo della rata della nostra polizza, ma non ci vedremo più consegnare il discusso contrassegno da esporre sul veicolo.

Dal 18 ottobre, salvo nuove disposizioni, i controlli sulla copertura assicurativa dei veicoli avverranno esclusivamente tramite le banche dati, sia da parte delle assicurazioni, sia da parte delle autorità. Attualmente molteplici database stanno dialogando per ottenere un quadro completo di informazioni relative al veicolo e al suo proprietario/conducente. Ogni Compagnia Assicurativa metterà a disposizione dei propri clienti un'area personale online alla quale essi potranno accedere, tramite credenziali, per verificare la regolare operatività e attivazione delle garanzie prescelte.

Inoltre gli utenti meno esperti dei sistemi informatici (ma non solo) potranno richiedere una ricevuta cartacea del pagamento effettuato. Ma sono ancora molte le voci di corridoio che circolano su questo argomento. Addirittura c'è chi parla di un rilascio di microchip da esporre sul parabrezza in sostituzione dell'attuale contrassegno in modo da permettere di effettuare vari controlli. Le conferme “ufficiali” purtroppo ancora si fanno attendere e per quelle dobbiamo portare ancora un po' di pazienza. A oggi di certo c'è sicuramente il fatto che quello che accadrà a ottobre sarà un vero e proprio “cambio generazionale”.

Eleonora Toninelli